I leader politici su Facebook: cosa dicono i dati?
- 16 Luglio 2017

I leader politici su Facebook: cosa dicono i dati?

Scritto da Diego Ceccobelli

10 minuti di lettura

Le analisi e le considerazioni elaborate in questo articolo sono un piccolo estratto di quanto presente in Facebook al Potere: lo Stile della Leadership al tempo dei Social Media, un testo che l’autore, Diego Ceccobelli, ha recentemente pubblicato con la Maggioli Editore.


Quando si parla della comunicazione politica su Facebook, un social media con circa 2 miliardi di utenti attivi su base mensile, molto spesso a predominare nel dibattito pubblico sono le impressioni, non i dati. Si dà uno sguardo alla pagina Facebook di Trump o di Grillo, e se ne deduce che sia quindi la norma il fatto che i leader politici utilizzino questo social media per attaccare i propri avversari politici.

Poi si passa alla pagina di Obama o di Trudeau, e la sensazione è quella di Facebook come del social media in cui per i politici sia automatico condividere immagini relative alla propria vita privata. Infine, si scorre la pagina di Angela Merkel e la percezione è quella di un stile comunicativo molto istituzionale e incentrato sulla pubblicazione di messaggi inerenti alle idee e proposte di policy, come ci si aspetterebbe da un cancelliere tedesco.

Ma è proprio vero che Facebook spinge i leader a pubblicare messaggi pop, volti ad attaccare uno o più avversari politici e soprattutto a non condividere le proprie idee e proposte politiche? Analizzando le pagine Facebook dei principali leader politici di 31 paesi (più quelli relativi all’Unione europea) in un arco temporale di 26 mesi (dal 1/09/2012 al 31/10/2014), emerge come esistano delle differenze molto significative nello stile comunicativo dei leader politici delle democrazie liberali contemporanee, e che queste differenze siano dovute principalmente a fattori sistemici –come la presenza o meno di una forma di governo presidenziale o della fiducia nelle istituzioni– meno o per nulla a fattori collegati all’agency –come ad esempio il genere del leader.

Continua a leggere – Pagina seguente


Indice dell’articolo

Pagina corrente: Facebook al potere

Pagina 2: Lo stile della leadership al tempo di Facebook

Pagina 3: Conclusioni


Vuoi aderire alla nuova campagna di abbonamento di Pandora per i numeri 4,5 e 6? Tutte le informazioni qui

Scritto da
Diego Ceccobelli

Classe 1986. Docente di Comunicazione Politica e Istituzionale presso l’Università di Bergamo e assegnista di ricerca presso la Scuola Normale Superiore.

Pandora Rivista esiste grazie a te. Sostienila

Se pensi che questo e altri articoli di Pandora Rivista affrontino argomenti interessanti e propongano approfondimenti di qualità, forse potresti pensare di sostenere il nostro progetto, che esiste grazie ai suoi lettori e ai giovani redattori che lo animano. Il modo più semplice è abbonarsi alla rivista cartacea e ai contenuti online Pandora+, ma puoi anche fare una donazione a supporto del progetto. Grazie!

Abbonati ora

Seguici

www.pandorarivista.it si avvale dell'utilizzo di alcuni cookie per offrirti un'esperienza di navigazione migliore se vuoi saperne di più clicca qui [cliccando fuori da questo banner acconsenti all'uso dei cookie]