“I Signori delle autostrade” di Giorgio Ragazzi

I Signori delle autostrade Giorgio Ragazzi

Recensione a: Giorgio Ragazzi, I Signori delle autostrade, il Mulino, Bologna 2008, pp. 208, 18 euro (scheda libro).


I recenti drammatici avvenimenti legati al crollo del “ponte Morandi” a Genova e le successive reazioni da parte del governo, che avrebbe dichiarato l’intenzione di revocare la concessione a Schemaventtotto Spa, concessionario facente capo alla famiglia Benetton, hanno ridestato un intenso dibattito sul tema delle privatizzazioni e, più in generale, sul ruolo dello Stato nel nostro Paese e sui suoi compiti che il pubblico dovrebbe assumere in rapporto al mercato.

Si tratta di temi di grande rilevanza, a cui sono legate scelte che hanno una profonda valenza strategica, e che proprio per questo non possono essere affrontati in modo superficiale ed esclusivamente sull’onda dell’emotività. Una riflessione analitica sul tema non può prescindere da una comprensione dell’evoluzione storica che ha condotto ad una gestione essenzialmente privata della rete autostradale e da un bilancio di questa esperienza. In questo senso, il testo di Giorgio Ragazzi, I Signori delle autostrade, può dare un contributo prezioso, proponendo un’analisi dettagliata della storia della gestione della rete autostradale dagli anni Venti fino ai primi anni Duemila. Anche se il libro non è recente, essendo stato pubblicato nel 2008, ha tuttavia il merito di ricostruire con grande profondità gli eventi che hanno portato l’Italia all’attuale configurazione nella gestione delle autostrade. In questo articolo verranno discussi gli elementi principali che Ragazzi mette in luce, per poi trarre delle conclusioni generali su un possibile ruolo dello Stato nel nostro Paese.

Per capire appieno quali sono stati i principali cambiamenti nella gestione delle autostrade in Italia bisognerà tenere conto di due variabili: la presenza dello Stato nella gestione della rete autostradale e il criterio con cui viene stabilito il regime tariffario della stessa. La prospettiva storica che verrà tracciata nella prossima sezione cerca di leggere i principali cambiamenti alla luce di queste due variabili.

Continua a leggere – Pagina seguente


Indice dell’articolo

Pagina corrente: I Signori delle autostrade

Pagina 2: Autostrade in Italia: la prospettiva storica

Pagina 3: Criticità del sistema: pubblico è meglio?


Vuoi aderire alla nuova campagna di abbonamento di Pandora? Tutte le informazioni qui

Laureato magistrale in Scienze Internazionali e Diplomatiche presso l'Università di Bologna con una tesi su "Globalizzazione e varietà di capitalismo: processi di specializzazione istituzionale in Regno Unito e Germania". Attualmente è dottorando in Sociologia e Ricerca Sociale presso la stessa università. Ha frequentato un Master in Human Resources and Organization presso la Bologna Business School.

Comments are closed.