“La teologia narrativa di papa Francesco” di Gian Enrico Rusconi

teologia papa Francesco

Recensione a: Gian Enrico Rusconi, La teologia narrativa di papa Francesco, Laterza, Roma-Bari 2017, pp. 160, 16 euro (scheda libro)


Gian Enrico Rusconi, professore emerito di Scienze Politiche presso l’Università di Torino, in questo suo lavoro affronta il tema della teologia e della pastorale di papa Francesco confrontandosi con le implicazioni che dichiarazioni e scritti papali hanno fatto nascere.

L’autore si muove scrupolosamente tra le varie opere e dichiarazioni del papa concentrandosi principalmente sulle due esortazioni apostoliche Evangelii Gaudium e Amoris Laetitia. In tutto il volume, Rusconi si pone come «un laico che analizza il discorso teologico e la sua evoluzione quali fattori culturalmente e politicamente significativi per capire il nostro tempo» (pag.10). Rusconi, non dà un giudizio valoriale su quanto chiarito/modificato dal pontefice, ma si limita a sottolineare delle aporie o distorsioni concettuali che la visione bergogliana delle Scritture può suscitare. Il suo obiettivo principale però è quello di rendere chiaro ciò in cui la teologia di Bergoglio è diversa da quella della Chiesa Tradizionale e le conseguenze che essa potrà avere sulla Chiesa, sui laici e sulla società in generale.

Rusconi utilizza l’aggettivo narrativa per differenziare la teologia di Bergoglio dalla teologia sistematica dei dottori della Chiesa contemporanea. Teologia narrativa significa reinvenzione semantica, espressività emotiva accompagnata da flessibilità concettuale (pag.4). È una teologia che rende attuale la Bibbia usandola per commentare gli avvenimenti di tutti i giorni, è il racconto di una storia che continua, che si fa presente ogni giorno, che non resta mai indietro in quanto il suo compito essenziale è quello di attualizzare il dato rivelato. La teologia narrativa serve a che tutti possano comprendere giorno per giorno il messaggio di Dio e di Suo Figlio. Il tutti deve però definirsi in qualcosa di più specifico. Dunque, con tutti si intende popolo.

Con questo termine tocchiamo un altro punto affrontato da Rusconi nella sua opera: la Teologia del popolo. Quest’ultima, elaborata in America Latina nei decenni successivi al Concilio Vaticano II voleva essere una alternativa alla nota “teoria della liberazione” di matrice marxista. È da questa base che parte l’evoluzione del pensiero bergogliano. L’idea del popolo del Pontefice è una idea che egli stesso definisce come mistica. Il popolo non solo come nucleo religioso ed ecclesiologico del “popolo di Dio” ma anche come qualcosa di pluridimensionale. Il popolo non può essere inteso con una categoria logica, in quanto è una categoria mistica. Bergoglio, influenzato dal grande teologo argentino Lucio Gera, non vede il popolo come frutto di rapporti socio-politici e contingentati a rapporti economici (vedesi teoria della dipendenza marxiana), bensì come unito da un ethos comune. Citando Walter Kasper, Rusconi afferma che la teologia del Papa è una “teologia del popolo e della sua cultura”. Infatti il Pontefice in Evangelii Gaudium dà un’importanza fondamentale alla cultura che diviene strumento per comprendere le diverse espressioni della vita. Ed è proprio nella prima esortazione apostolica bergogliana che viene così scritto:

«L’essere umano è sempre culturalmente situato; natura e cultura sono quanto mai strettamente connesse. La grazia suppone la cultura, e il Dono si incarna nella cultura di chi lo riceve» (p.35).

Continua a leggere – Pagina seguente


Indice dell’articolo

Pagina corrente: La teologia narrativa

Pagina 2: Misericordia e Peccato

Pagina 3: La Teologia alla prova del disordine familiare e dell’irrisolta questione del genere


Vuoi aderire alla nuova campagna di abbonamento di Pandora per i numeri 4,5 e 6? Tutte le informazioni qui

Nato nel 1998. Frequenta il corso di Studi Internazionali all’Università degli Studi di Trento. Appassionato di scienza politica, storia e filosofia.

One Comment on ““La teologia narrativa di papa Francesco” di Gian Enrico Rusconi

  1. Pingback: “La teología narrativa de papa Francesco”, de Gian Enrico Rusconi | exodo21