Smart city e piattaforme. Intervista a Carlo Ratti
- 25 Gennaio 2021

Smart city e piattaforme. Intervista a Carlo Ratti

Scritto da Alberto Bortolotti e Marilena Lorubbio

17 minuti di lettura

Lo sviluppo delle piattaforme digitali influisce profondamente anche sulle trasformazioni urbane attraverso una tendenza sempre più marcata a convergere verso il modello della smart city. Un paradigma che presenta al contempo potenzialità, ad esempio in relazione al tema della sostenibilità, e rischi relativi a privacy e sicurezza. Questi temi sono al centro di questa intervista a uno dei pionieri della materia, Carlo Ratti. Architetto e ingegnere, Ratti dirige il Senseable City Lab al Massachusetts Institute of Technology ed è tra i fondatori dello studio CRA-Carlo Ratti Associati con sede a Torino e New York.


Negli…

Questo contenuto è disponibile solo per gli utenti abbonati

Scritto da
Alberto Bortolotti e Marilena Lorubbio

Alberto Bortolotti: Laureato in Architettura con una tesi di urbanistica al Politecnico di Milano, è Consigliere Iunior dell’Ordine degli Architetti di Milano. Collabora con il Politecnico di Milano e ha svolto il proprio apprendistato presso lo studio del Commissario Presidenziale per la Politica Architettonica Coreana Seung H-Sang. È autore di Modello Milano? Una ricerca su alcune grandi trasformazioni urbane recenti (Maggioli 2020). Marilena Lorubbio: Laureata in Lingue e Letterature Straniere e in Business Internazionale, ha studiato tra Italia, Canada, Francia, Germania e Regno Unito e conseguito l’MBA presso la ESCP Business School. Esperta di marketing e vendite e appassionata di tecnologia, ha lavorato per diverse multinazionali, in Italia e all’estero. Oggi lavora come Channel Manager presso Microsoft, dove si occupa di trasformazione digitale nelle PMI.

Abbonati ora
www.pandorarivista.it si avvale dell'utilizzo di alcuni cookie per offrirti un'esperienza di navigazione migliore se vuoi saperne di più clicca qui [cliccando fuori da questo banner acconsenti all'uso dei cookie]