Numero 1/2020 – Sfera pubblica

Numero 1/2020

Il tema della “sfera pubblica” si situa all’intersezione tra molteplici ambiti: trasformazioni del giornalismo e dell’editoria, rivoluzione digitale, evoluzione dei sistemi democratici, cambiamento dei tempi e delle modalità del dibattito pubblico. Questo numero affronta questa tematica, così multiforme e sfaccettata nei suoi aspetti, ricorrendo a molte voci diverse.

Pandora+: tutti gli articoli sono disponibili online per gli abbonati. È possibile leggerli subito abbonandosi a Pandora Rivista, seguendo le indicazioni a questo link.

INDICE

EDITORIALE

Parte prima
CAPIRE LA SFERA PUBBLICA

CRISI, CONOSCENZA, CAMBIAMENTO
Intervista a Fabrizio Barca – a cura di Giacomo Bottos

FILOSOFIA DELL’INFOSFERA
Intervista a Luciano Floridi – a cura di Raffaele Danna

COMUNICAZIONE COME POLITICA. POLITICA COME COMUNICAZIONE
di Carlo Galli

SFERA PUBBLICA, SOGGETTIVITÀ, DEMOCRAZIA: IL TRIPLICE NESSO INSCINDIBILE
di Laura Pennacchi

LA DEMOCRAZIA E LE BOLLE
di Damiano Palano

LA CIVILTÀ DELLA COMPETENZA ALLA DERIVA
di Raffaele Alberto Ventura

DEMOPATÌA E CRISI DELLA SFERA PUBBLICA
Intervista a Luigi Di Gregorio – a cura di Diego Ceccobelli

Parte seconda
INFORMAZIONE, CULTURA, TECNOLOGIA

I NUOVI MEDIATORI
Intervista a Giorgio Zanchini – a cura di Giacomo Bottos

LA CULTURA TRA NICCHIE E PLAYER GLOBALI
Intervista a Paola Dubini – a cura di Giacomo Bottos

DIVARI DIGITALI
Intervista a Massimo Gaggi – a cura di Giacomo Buzzao e Francesco Rustichelli

GIORNALISMO E DIGITALE
Intervista a Philip Di Salvo – a cura di Giacomo Buzzao

DISINTERMEDIAZIONE O NEOINTERMEDIAZIONE?
di Gabriele Giacomini

UNA NUOVA SFERA PUBBLICA?
di Giacomo Bottos

NUOVI MEDIA, NUOVE ISTITUZIONI. UN PUNTO DI VISTA SOCIOLOGICO SUL CAMBIAMENTO DELLA SFERA PUBBLICA
di Chiara Visentin

Parte terza
AUTORI E PROBLEMI

IDENTITY POLITICS FISIOLOGICA E PATOLOGICA: IDENTITÀ, SFERA PUBBLICA E PROGRESSISMO
di Andrea Pareschi

DA HABERMAS A THOMPSON: PER UN RIPENSAMENTO DELLA SFERA PUBBLICA MODERNA
di Andrea Baldazzini

“IL PRINCIPE DIGITALE” DI MAURO CALISE E FORTUNATO MUSELLA
Recensione di Roberto Mincigrucci

“FAKE. COME LA POLITICA MONDIALE HA DIVORATO SE STESSA” DI CHRISTIAN SALMON
Recensione di Luca Picotti

“IL CAPITALISMO DELLA SORVEGLIANZA” DI SHOSHANA ZUBOFF
Recensione di Giacomo Buzzao

“POSTCAPITALISMO” DI PAUL MASON
Recensione di Chiara Mancini

“DOMINIO E SOTTOMISSIONE. SCHIAVI, ANIMALI, MACCHINE, INTELLIGENZA ARTIFICIALE” DI REMO BODEI
Recensione di Giulio Pignatti

PANDORA EXTRA

IL PARADOSSO DELLE PRIVATIZZAZIONI
di Alessandro Aresu

“LE POTENZE DEL CAPITALISMO POLITICO. STATI UNITI E CINA” DI ALESSANDRO ARESU
Recensione di Lorenzo Mesini

“LA MENTE INQUIETA. SAGGIO SULL’UMANESIMO” DI MASSIMO CACCIARI
Recensione di Federico Diamanti

LA MEGLIO GIOVENTÙ CILENA. FRENTE AMPLIO E RINNOVAMENTO GENERAZIONE IN CILE
di Federico Nastasi

“IL MERCATO RENDE DISEGUALI?” A CURA DI MAURIZIO FRANZINI E MICHELE RAITANO
Recensione di Gabriele Palomba

AMENDOLA E L’EUROPA
Intervista a Emanuele Macaluso – a cura di Calogero Laneri

ALL’OMBRA DEL MEDITERRANEO: LA DOPPIA FACCIA DI UN MARE
Intervista ad Alessandro Vanoli – a cura di Andrea Raffaele Aquino

LA CROCIATA TRA FONDAMENTI STORICI E FASCINAZIONI CONTEMPORANEE
Intervista a Franco Cardini – a cura di Andrea Raffaele Aquino


EDITORIALE

In condizioni normali questo editoriale avrebbe raccontato come questo numero sia un nuovo inizio per il progetto di Pandora Rivista: un nuovo formato, una nuova grafica, una nuova periodicità. Un progetto editoriale ripensato, con la stessa volontà di approfondimento e di costruzione di uno spazio di confronto dove pensare il presente e le sue trasformazioni.

Ma oggi il punto di partenza non può che essere diverso. Il momento che stiamo vivendo ci pone in una condizione inedita e difficile da affrontare. Occorrerà capire che fisionomia assumerà il mondo in futuro e quali saranno le questioni aperte. Processi già in corso risulteranno rafforzati e accelerati, nuove tendenze emergeranno. La riflessione collettiva in merito sarà cruciale e Pandora Rivista vuole essere parte di questo dibattito. Anche per questo abbiamo deciso di aprire il numero con un’intervista a Fabrizio Barca, che proprio da una prima valutazione dell’impatto della crisi in corso prende le mosse.

Ma è il tema stesso del numero che appare in una nuova luce nel contesto che stiamo vivendo. Gli eventi delle ultime settimane hanno evidenziato, infatti, una fragilità complessiva della sfera pubblica. I molti cortocircuiti avvenuti in questo periodo, per quanto in una situazione estrema e imprevista, hanno rivelato non solo le debolezze di una società e di un’economia vulnerabili e non sufficientemente ‘vertebrate’, ma anche la difficoltà di avere, in un quadro emergenziale, una discussione che sapesse dar voce al dramma collettivo, mantenendo anche una prospettiva di medio termine.

Questi limiti e problematiche affondano le loro radici in tendenze di lungo periodo. Il tema della ‘sfera pubblica’ si situa all’intersezione tra molteplici ambiti: trasformazioni del giornalismo e dell’editoria, rivoluzione digitale, evoluzione dei sistemi democratici, cambiamento dei tempi e delle modalità del dibattito pubblico. Questo numero affronta questa tematica, così multiforme e sfaccettata nei suoi aspetti, ricorrendo a molte voci diverse, tra cui quelle di Luciano Floridi, Carlo Galli, Laura Pennacchi, Damiano Palano, Raffaele Alberto Ventura, Luigi Di Gregorio, Giorgio Zanchini, Paola Dubini, Massimo Gaggi, Philip Di Salvo e Gabriele Giacomini. A questi autorevoli contributi si affianca il consueto lavoro dei redattori di Pandora Rivista, che nella seconda e nella terza parte del numero (Informazione, cultura e tecnologia e Autori e problemi – mentre la prima è dedicata a Capire la sfera pubblica) approfondiscono temi e aspetti specifici, anche attraverso numerose recensioni di testi. Completa il numero una nutrita sezione Pandora Extra, con interventi di Emanuele Macaluso, Franco Cardini, Alessandro Vanoli, Alessandro Aresu e molti altri che, uscendo dal perimetro del tema affrontato nel numero, propongono al lettore questioni di grande rilievo, che rientrano tra gli interessi più generali della rivista.

L’auspicio complessivo è che, in un momento così difficile, questo numero fornisca spunti di riflessione significativi al lettore, che possano aiutare nel presente e nel prossimo futuro, quando dovremo andare oltre la fase di isolamento nella quale, al momento della scrittura di queste righe, ancora ci troviamo.

Abbonati ora

Seguici

www.pandorarivista.it si avvale dell'utilizzo di alcuni cookie per offrirti un'esperienza di navigazione migliore se vuoi saperne di più clicca qui [cliccando fuori da questo banner acconsenti all'uso dei cookie]