Il primo Pandora Rivista Festival: “Pensare l’Italia”

Pensare l'Italia - Pandora Rivista Festival

Per la prima volta Pandora Rivista organizza una tre giorni di incontri, dibattiti e riflessioni con la partecipazione di esponenti di primo piano delle istituzioni culturali, della sfera dell’informazione, dell’università e dell’impresa, della cooperazione e delle organizzazioni di rappresentanza. L’edizione zero del Festival si svolgerà a Bologna il 13, 14 e 15 dicembre e avrà come titolo “Pensare l’Italia”.

“Pensare l’Italia” significa capire e ripensare la complessità del presente e fornire strumenti per analizzare alcuni dei nodi più urgenti che il nostro Paese deve affrontare nell’ambito delle più ampie trasformazioni che stanno investendo la società contemporanea, seguendo l’approccio critico e di approfondimento che contraddistingue la rivista Pandora.

“Pensare l’Italia” significa in primo luogo mettere al centro la sfida culturale: pensare una nuova cultura politica ed economica, pensare al ruolo che la cultura ha nel salvaguardare e innovare i fondamenti delle nostre democrazie, ai modi attraverso cui la produzione culturale può diventare un volano di sviluppo del territorio, immaginare una nuova cultura dello stare insieme e del cooperare, il tutto mantenendo uno stretto legame con la storia e le sue eredità.

Di seguito è possibile trovare programma, informazioni logistiche e tutto ciò che è necessario sapere per partecipare al Pandora Rivista Festival.

 

Il programma

 

PRE-FESTIVAL: Giovedì 13 dicembre – CUBO Centro Unipol BOlogna – Piazza Vieira De Mello, 3/5 (Google Maps: https://goo.gl/maps/9HW45vz643q).
L’incontro di giovedì, un’anticipazione rispetto al Festival, è organizzato in collaborazione con CUBO Centro Unipol BOlogna e fa parte del ciclo “I media tra crisi e cambiamento”. Per partecipare è necessaria la registrazione sulla pagina apposita sul sito di CUBO.

18:00 – L’informazione al tempo dei social network

Diego Ciulli – Public Policy Manager Google Italia
Luca De Biase – Editor Il Sole 24 ORE e Nova 24
Jacopo Tondelli – Direttore Gli Stati Generali

Modera: Luca Picotti – Redazione Pandora Rivista

 


 

Venerdì 14 dicembre – Oratorio di San Filippo Neri – Via Manzoni, 5 (Google Maps: https://goo.gl/maps/A2dFJoUdZmJ2)
Con la giornata di venerdì si apre ufficialmente il Festival, presso la sede dell’Oratorio di San Filippo Neri, dove si svolgeranno quattro incontri, dalle ore 13:45 fino alle 21. L’ingresso è libero.

13:45 – Saluti istituzionali e introduzione

14:00 – Economia e cultura: modelli per la sostenibilità dell’economia culturale

Giovanna Barni – Presidente CoopCulture
Claudio Bocci – Direttore Federculture
Davide Conte – Assessore al Bilancio Comune di Bologna
Roberta Franceschinelli – Responsabile Cultura Fondazione Unipolis
Franco Pasquali – Presidente Forum Associati Fondazione Symbola

Modera: Andrea Baldazzini – Redazione Pandora Rivista

 

15:30 – Quarant’anni dopo: Aldo Moro e la crisi della democrazia italiana

Marco Damilano – Direttore L’Espresso
Silvio Pons – Presidente Fondazione Gramsci

Modera: Giacomo Bottos – Direttore Pandora Rivista

 

17:00 – Leggere l’Italia: cultura e classi dirigenti. Dialogo con un editore

Giuseppe Laterza – Presidente Casa Editrice Laterza

Introduce: Giacomo Bottos – Direttore Pandora Rivista

 

19:00 – Una bussola per il Paese? L’Italia nello spazio internazionale
Presentazione del libro di Alessandro Aresu e Luca Gori “L’interesse nazionale. Una bussola per l’Italia”

Alessandro Aresu – Direttore scientifico Scuola di Politiche
Paolo Bricco – Inviato Il Sole 24 Ore
Giuseppe Cucchi – Direttore Osservatorio Strategico NOMISMA
Luca Gori – Ministero Affari Esteri

Modera: Lorenzo Mesini – Vicedirettore Pandora Rivista

 


 

Sabato 15 dicembre – Oratorio di San Giovanni Battista dei Fiorentini – Corte de Galluzzi, 6 (Google Maps: https://goo.gl/maps/WunBSSWxGZM2)
Sabato si terrà la seconda giornata ufficiale del Festival. Presso l’Oratorio di San Giovanni Battista dei Fiorentini i svolgeranno cinque incontri, dalle 10 alle 19, con una pausa per il pranzo. L’ingresso è libero.

 

10:00 – Fratture, divari, disuguaglianze: le trasformazioni di una società frammentata

Pier Giorgio Ardeni – Presidente Istituto Cattaneo
Roberto Barbieri – Direttore Oxfam Italia
Roberta Paltrinieri – Professoressa Sociologia dei processi culturali e comunicativi Università di Bologna

Giuseppe Provenzano – Vicedirettore SVIMEZ
Alessandro Rosina – Professore Demografia Università Cattolica di Milano

Modera: Francesco Rustichelli – Segretario di redazione Pandora Rivista

 

11:30 – Democrazia in crisi: l’Italia nelle metamorfosi dei sistemi politici

Mario CaciagliProfessore Scienza Politica e Politica comparata Università di Firenze
Maurizio Franzini – Professore Politica Economica Università “La Sapienza” di Roma
Piero IgnaziProfessore Politica Comparata Università di Bologna
Mario RicciardiDirettore Rivista Il Mulino

Modera: Eleonora Desiata – Redazione Pandora Rivista

 

13:00 – Pausa

 

14:00 – Istituzioni, corpi intermedi, società: pensare lo sviluppo nella complessità

Emanuele Felice – Professore Economia Applicata Università “G. D’Annunzio” Chieti-Pescara
Rita Ghedini – Presidente Legacoop Bologna
Luigi Giove – Segretario CGIL Emilia-Romagna
Michele Mattioli – Vice Presidente Giovani Imprenditori Confindustria Emilia-Romagna
Lucio Poma – Responsabile scientifico NOMISMA

Modera: Raffaele Danna – Redazione Pandora Rivista

 

15:30 – Tra crisi e nuove sfide: prospettive sul sistema produttivo

Palma Costi – Assessore alle Attività Produttive Regione Emilia-Romagna
Dario Di Vico – Corriere della Sera
Donato Speroni – Responsabile Redazione ASviS
Pierluigi Stefanini – Presidente Gruppo Unipol
Alberto Vacchi – Presidente IMA SpA e Confindustria Emilia Area Centro

Modera: Giacomo Bottos – Direttore Pandora Rivista

 

17:00 – Pensare il Paese: il ruolo della cultura

Carlo Galli – Presidente Fondazione Gramsci Emilia-Romagna
Matteo Lepore – Assessore alla Cultura Comune di Bologna
Massimo Mezzetti – Assessore alla Cultura Regione Emilia-Romagna
Valdo Spini – Presidente Associazione delle Istituzioni di Cultura Italiane
Massimiliano Tarantino – Segretario Generale Fondazione Giangiacomo Feltrinelli

Modera: Giacomo Bottos – Direttore Pandora Rivista

 

19:00 –  Conclusioni

 

Come raggiungere i luoghi del Festival

 

Giovedì 13 dicembre
Il CUBO Centro Unipol BOlogna è lo spazio multimediale realizzato nel 2013 dal Gruppo Unipol e aperto ai cittadini con l’intento di indagare il mondo contemporaneo proponendo mostre d’arte, incontri, eventi, conferenze e laboratori per adulti, bambini e moduli didattici con le scuole.

Situato in Piazza Vieira De Mello 3/5, dalla stazione centrale dei treni è facilmente raggiungibile con il bus 38 direzione Fiera Aldo Moro (la fermata del bus è situata davanti all’entrata principale della stazione attraversando i viali), scendendo alla fermata Stalingrado Parri e proseguendo poi a piedi per circa 200 metri fino a Piazza Vieira De Mello, situata in posizione sopraelevata rispetto al piano stradale e raggiungibile attraverso la scalinata al lato destro del sottopassaggio sormontato dalla sede Unipol.

In auto si consiglia di parcheggiare presso il Parcheggio Ovest Costituzione che si trova accanto alla struttura.

Venerdì 14 dicembre
L’Oratorio di San Filippo Neri, di proprietà della Fondazione del Monte di Bologna, è di recente diventato LabOratorio trasformandosi in uno spazio culturale simbolo di sintesi tra il modello di ospitalità colta e di alto profilo che da sempre lo connota e quello di luogo di elaborazione aperto alle istanze contemporanee.

Situato in Via Manzoni 5, per raggiungerlo dalla Stazione Centrale con il bus è necessario percorrere circa 200 metri a piedi fino alla fermata del bus Autostazione posizionata all’inizio di via Indipendenza sul lato di Piazza XX Settembre. Qui si possono prendere:
– bus 11 direzione Rotonda Corelli, fermata Indipendenza e poi a piedi per 100 metri
– bus 27 direzione Piazzale Atleti Azzurri, fermata Indipendenza e poi a piedi per 100 metri
– bus A direzione Poliambulatorio Rizzoli, fermata Indipendenza e poi a piedi per 100 metri

Dalla stazione dei treni è facilmente raggiungibile anche a piedi con una passeggiata nel centro storico di circa 15 minuti (distanza 1,2 km).

In auto si consiglia di parcheggiare presso il Parcheggio Piazza VIII Agosto. Da qui sono 8 minuti a piedi, circa 600 m.

Sabato 15 dicembre
Situato nel cuore del centro storico, nella Corte de Galluzzi 6, l’Oratorio di San Giovanni Battista dei Fiorentini è un gioiello del Barocco bolognese, restaurato nel 2004 dalla Banca di Bologna e ora adibito a luogo che ospita conferenze ed eventi.

In bus, partendo dalla Stazione Centrale dei Treni, è necessario percorrere circa 100 m a piedi fino alla fermata del bus Stazione Centrale posizionata dall’altro lato dei viali rispetto alla stazione, verso Piazza XX Settembre. Qui si può prendere:
– bus T2 direzione Piazza Maggiore, fermata Piazza Minghetti e proseguire a piedi per circa 300 metri.
– bus 30 direzione San Michele in Bosco, fermata Farini e proseguire a piedi per circa 100 metri.

Oppure, partendo sempre dalla Stazione Centrale dei Treni, è necessario percorrere circa 200 m a piedi fino alla fermata del bus Autostazione posizionata all’inizio di via Indipendenza sul lato di Piazza XX Settembre. Qui si possono prendere:
bus 11 direzione Ponticella Edera, fermata Farini e proseguire a piedi per circa 150 metri.
bus 11 direzione Rotonda Corelli , fermata Farini e proseguire a piedi per circa 150 metri.

Dalla stazione dei treni è facilmente raggiungibile anche a piedi con una passeggiata nel centro storico di circa 20 minuti (distanza 1,7 km).

In auto si consiglia di parcheggiare presso il Parcheggio Staveco. Da qui sono 8 minuti a piedi, circa 600 metri.

Si ricorda che nella giornata di sabato alcune strade del centro, in particolare via Ugo Bassi, via Rizzoli e via Indipendenza, saranno rese pedonali e dunque chiuse al traffico.

Informazioni

Per informazioni e chiarimenti scrivere a pandora@pandorarivista.it oppure contattare il 3409160971.

Comments are closed.