La forma-partito nella società delle piattaforme
- 25 Gennaio 2021

La forma-partito nella società delle piattaforme

Scritto da Paolo Gerbaudo

11 minuti di lettura

La logica della piattaforma è oramai diventata onnipresente nella nostra società. C’è chi parla di capitalismo delle piattaforme. Piattaforme informatiche del tipo più diverso imperversano nella nostra esperienza quotidiana; dall’acquisto di prodotti e servizi in rete, alle modalità di lavoro a distanza, nel tempo dello smart working causa coronavirus, per finire con i nostri momenti di tempo libero, socializzazione e intrattenimento, che si svolgono sempre più su piattaforme social come Twitter, Instagram o TikTok o su piattaforme di streaming come Netflix, Amazon Video o…

Questo contenuto è disponibile solo per gli utenti abbonati

Scritto da
Paolo Gerbaudo

Sociologo ed esperto di comunicazione politica. Dirige il Centro di Ricerca sulla Cultura Digitale al King’s College di Londra. È autore di “The Mask and the Flag” (Hurst 2017) e “I partiti digitali. L’organizzazione politica nell’era delle piattaforme” (il Mulino 2020).

Abbonati ora

Seguici

www.pandorarivista.it si avvale dell'utilizzo di alcuni cookie per offrirti un'esperienza di navigazione migliore se vuoi saperne di più clicca qui [cliccando fuori da questo banner acconsenti all'uso dei cookie]