La fragilità industriale italiana alla luce del Covid-19
- 29 Luglio 2020

La fragilità industriale italiana alla luce del Covid-19

Scritto da Alessandro Aresu e Giuseppe Surdi

17 minuti di lettura

At the end of the first two decades of our century, we find ourselves in a state of profound, world-wide crisis.
It is a complex, multidimensional crisis whose facets touch every aspect of our lives – our health and livelihood, the quality of our environment and our social relationships, our economy, technology, and politics.
It is a crisis of intellectual, moral, and spiritual dimensions; a crisis of a scale and urgency unprecedented in recorded human history.

F. Capra, The turning point, 1982

 

È sufficiente cambiare due parole, solo due parole, perché l’incipit del secondo libro del fisico e filosofo…

Questo contenuto è disponibile solo per gli utenti abbonati

Scritto da
Alessandro Aresu e Giuseppe Surdi

Alessandro Aresu è Consigliere scientifico di «Limes», Direttore scientifico della Scuola di Politiche e Consigliere del Ministro del Sud e della Coesione Territoriale. Si è laureato in filosofia del diritto con Guido Rossi all’Università Vita-Salute del San Raffaele di Milano, dove è stato anche allievo di Enzo Bianchi e Massimo Cacciari. È stato consulente e consigliere di diverse Istituzioni, tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero dell’Economia e delle Finanze, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, l’Agenzia Spaziale Italiana. Tutte le opinioni qui espresse sono personali e non impegnano le istituzioni di appartenenza pro tempore. Tra le sue ultime pubblicazioni: Le potenze del capitalismo politico. Stati Uniti e Cina (La Nave di Teseo 2020) e L’interesse nazionale. La bussola dell’Italia (con L. Gori, il Mulino 2018). Giuseppe Surdi è Ricercatore del Gruppo di Ricerche Industriali e Finanziarie - GRIF ‘Fabio Gobbo’ presso la LUISS ‘Guido Carli’, con interessi in particolare nell’ambito dell’economia e politica industriale, della regolamentazione e delle politiche infrastrutturali, delle politiche economiche europee, dell’economia dell’energia e dell’ambiente. È membro della redazione de «L’industria - Rivista di economia e politica industriale» edita dal Mulino. È esperto presso il Dipartimento per la programmazione e il coordinamento della politica economica della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Abbonati ora

Seguici

www.pandorarivista.it si avvale dell'utilizzo di alcuni cookie per offrirti un'esperienza di navigazione migliore se vuoi saperne di più clicca qui [cliccando fuori da questo banner acconsenti all'uso dei cookie]