Politica industriale in Cina: un modello con cui confrontarsi
- 04 Gennaio 2018

Politica industriale in Cina: un modello con cui confrontarsi

Scritto da Elisa Barbieri

9 minuti di lettura

Negli anni Ottanta del secolo scorso una parte della letteratura scientifica che studiava i cosiddetti government failures influenzava in maniera molto marcata il dibattito accademico – e forse ancor più quello politico – sulla politica industriale e sull’intervento pubblico più in generale. Questa parte di letteratura si veniva a consolidare in concomitanza ad una serie di pratiche di intervento, specie nelle economie allora dette ‘in via di sviluppo’, da parte delle principali istituzioni internazionali, ovvero la Banca mondiale, il Fondo monetario internazionale e il Ministero del Tesoro degli Stati Uniti. L’approccio delle tre istituzioni era così nettamente…

Questo contenuto è disponibile solo per gli utenti abbonati

Scritto da
Elisa Barbieri

Ricercatrice presso l’Università di Udine e docente a Udine e Ferrara. Laureata in Economia delle Amministrazioni Pubbliche e delle Istituzioni Internazionali all’Università di Ferrara ha conseguito il Master of Science in Development Economics presso l’Università di Manchester ed è stata assegnista di ricerca in Economia applicata all’analisi delle nuove industrie negli scenari internazionali all’Università di Ferrara. Ha partecipato a numerosi progetti di ricerca di rilevanza internazionale e nazionale coordinati da prestigiose istituzioni. Si è a lungo occupata di Cina ed è stata ricercatrice e docente in visita presso la South China University of Technology.

Abbonati ora

Seguici

www.pandorarivista.it si avvale dell'utilizzo di alcuni cookie per offrirti un'esperienza di navigazione migliore se vuoi saperne di più clicca qui [cliccando fuori da questo banner acconsenti all'uso dei cookie]