Dai mercenari alle private security firms. “Guerre conto terzi” di Stefano Ruzza
- 18 Dicembre 2017

Dai mercenari alle private security firms. “Guerre conto terzi” di Stefano Ruzza

Scritto da Alberto Prina Cerai

11 minuti di lettura

Le private security firms, recensione a: Stefano Ruzza, Guerre conto terzi. Aziende di sicurezza e privatizzazione della funzione militare, Il Mulino, Bologna 2011, pp. 248, 19 euro (scheda libro).


Uno dei temi più intriganti nell’ambito della politica internazionale è sicuramente quello relativo al rapporto che intercorre tra il warfare e la statualità. Assumendo lo Stato, in termini weberiani, come il monopolista della forza coercitiva, gli studiosi di relazioni internazionali hanno spesso concepito la transizione da un sistema internazionale all’altro come una continua disputa tra Leviatani in un’arena anarchica, alterando globalmente i livelli di sicurezza e di proliferazione della violenza.

Oggi, in un contesto in cui il collasso del bipolarismo ha favorito una nuova stagione di conflittualità[1], questo paradigma moderno è messo in crisi dalla crescente influenza delle private security firms (Psf), che si stanno ritagliando un ruolo sempre più importante a livello globale e locale nella gestione e nella produzione del binomio violence-security.

Il testo di Stefano Ruzza, affronta quindi un tema ormai centrale nel dibattito accademico e politico sul ruolo di questi non-state actors, offrendo una prospettiva di ampio respiro per comprendere le origini antiche e i caratteri del fenomeno mercenario e affiancarlo allo studio del suo contraltare contemporaneo. Attraverso un lavoro meticoloso e concettualmente ben organizzato, l’autore vuole quindi indagare le ripercussioni che questa nuova forma di «privatizzazione della funzione militare» potrà avere sui pilastri della modernità, lo Stato e la sovranità.

Continua a leggere – Pagina seguente


Indice dell’articolo

Pagina corrente: Guerre conto terzi

Pagina 2: Vecchi e nuovi mercenari? Dalle libere lance alle Private Security Firms

Pagina 3: Le aziende di sicurezza private nel contesto globale contemporaneo


Vuoi aderire alla nuova campagna di abbonamento di Pandora per i numeri 4,5 e 6? Tutte le informazioni qui

Scritto da
Alberto Prina Cerai

Dopo le lauree all’Università di Torino e all’Università di Bologna, ha svolto un periodo di ricerca presso il King’s College di Londra. Ha completato in seguito un Corso Executive in Affari Strategici presso la LUISS School of Government, una PhD Summer School con Politecnico di Milano-EIT Raw Materials su materiali critici ed economia circolare ed un Master con la Società Italiana per l'Organizzazione Internazionale (SIOI). Attualmente svolge attività di consulenza e analisi, oltre a collaborare con Luiss University Press. Si interessa dell’intersezione tra materie prime, tecnologia, ambiente e geopolitica.

Pandora Rivista esiste grazie a te. Sostienila

Se pensi che questo e altri articoli di Pandora Rivista affrontino argomenti interessanti e propongano approfondimenti di qualità, forse potresti pensare di sostenere il nostro progetto, che esiste grazie ai suoi lettori e ai giovani redattori che lo animano. Il modo più semplice è abbonarsi alla rivista cartacea e ai contenuti online Pandora+, ma puoi anche fare una donazione a supporto del progetto. Grazie!

Abbonati ora

Seguici